menu banner

Kaštel Stari

 

Kaštel Stari

Nel 1476, Koriolan Cipico, il nóbile trauriano, scrittore, umanista ed il condottiero nella battaglia di Lepanto costruì il suo castello sulla roccia a Kaštel Stari. Ha costruito un castello che era la combinazione del palazzo e della fortezza, con trincea separato dalla terraferma e connesso con il ponte mobile detto „brvno“. Da qui proviene il nome Brce (Brvce) per lo spazio davanti ai castelli.

Nel 1493, dopo l'incendio fu rinnovato nel stile rinascimentale con cortile con dei porticati ed il balcone meridionale decorato con stemma gentilizio. Le loro case costruirono attorno il castello gli abitanti del villaggio Radun e nel 1507 fortificarono il villaggio. Anche oggi sono stati mantenuti i parametri del villaggio con le strade che s'incrociano sotto l'angolo retto proprio come sulla pianta dal 1704. Entro il villaggio si trova la chiesetta di st. Josip, costruita nel 17. secolo da Celije Cipiko.

Chiesa parrocchiale di st. Giovanni Battista (sv. Ivan Krstitelj), costruita sopra villaggio, fu sacrificata nel 1641 e rinnovata nel 1714. La parte interna è ornata con cinque altari di marmo e cinque pale di altare, e qui si tiene la miracolosa icona dal 16. secolo – Madonna della Grazia, ed il corpo di st. Felizio, il patrone del villaggio.

A parte occidentale della chiesa si trova il palazzo della famiglia Celio Cega, costruita nel XVI. secolo e poco avanti dal mare si avvistano i fondamenti del castello Andreis. Particolarità della nuova chiesa parrocchiale si presenta nella durata della sua costruzione – dal 1871 al 1970.

La chiesa d' antico croato di st. Juraj di Radun che proviene dal X/XI secolo si trova sui versanti di monte Kozjak e testimonia d'esistenza del villaggio Radun. È unica preservata in forma d'origine.

Lo spazio con una navata è fuori decorato con le nicchie piatte e d'interno con ventaglie. Il muro esterno dell'abside rettangolare è stato decomposto con le nicchie. Le ricerche archeologice delle tombe vicine hanno mostrato la continuità dello seppellimento dal IX. al XV. secolo. I gioelli ed oggetti antico croati, trovati nelle tombe, si tengono in Museo della Città di Kaštela.

Il segnato sentiero alpinistico porta dal Kaštel Stari al passo di Malačka (480 m) dove si trovano le case alpine Malačka e Spalato le quali, tra l'altro, sono i punti di partenza degli sentieri alpinistici che si trovano nel monte di Kozjak e nella retroterra castellana. Malačka rappresenta il belvedere con l'accesso più facile da raggiungere dal quale si gode una vista magnifica sul Grande e Piccolo campo castellano (Kaštelansko Velo i Malo polje), la baia, Spalato, Marjan, Trogir ed alle isole dalmate centrali. Sulla cima vicina, verso l'ovest, si trova una cappelletta con il croce, a memoria di tutti i cittadini di Kaštela cui hanno perso le loro vite nella guerra della patria.

Oltre all'alloggio privato, i visitatori di Kaštel Stari possono trovare la loro sistemazione nel campeggio e nell'albergo Palace.