menu banner

Kaštel Lukšić

 

Kaštel Lukšić

Kaštel Lukšić

Kaštel Lukšić

Nel 1482, Mihovil Rosani costruì nella parte occidentale del Kaštel Lukšić d'oggi il suo castello che è il vero esempio che i castelli furono costruiti nelle roccia. Attorno Rušinac c'e' un villaggio piccolo che fu abbandonato per motivi di sicurezza. Lì vicino si trova anche la chiesa di st. Ivan.

Nel 1487, i nóbili traurini Nikola e Jerolim Vitturi ottennero il permesso dal doge veneziano di costruire il castello vicino al mare, per proteggere le loro famiglie ed i contadini dal villaggio Ostrog. Lo costruirono sulla roccia di Balovan e lo finirono nel 1564 in forma d'un lussuoso palazzo rinascimentale.

Fu composto d'un edificio residenziale a due piani con balcone, sistemato nella parte meridionale ed aveva l'uscita dalla quale si poteva uscire al mare in caso d'emergenza. Nella parte settentrionale c'erano due torri di protezione e "mašikul" ed un ponte mobile che connetteva il palazzo con la terraferma. Nel 18° secolo, il ponte mobile fu cambiato col ponte di sasso con un arco. Nel mezzo del castello c'e' un cortile con porticati e gallerie sul I. e II piano.

Oggi, nel rinnovato palazzo Vitturi si trovano il Museo della Città di Kaštela, L'Ente turistico della Città di Kaštela ed altre istituzioni culturali. Sta per diventare il centro culturale della Città perche nella sua parte interna si svolgoni esposizioni, concerti, serate teatrali...

Attorno ai castelli fu costruito il villaggio con il muro di difesa. Proprio sull'orlo settentrionale del vecchio villaggio si trova la chiesa gotica-rinascimentale dell'Asunzione che nel 1530. fu costruita in stile gotico. La nuova chiesa parrocchiale si costruiva dal 1776 al 1817 in stile del barocco ritardato. Rappresenta una vera tesoreria delle opere d'arte, quadri e sculture nella quale si trova il crocifisso di stile baroccale di sig. Piazzetta (dal XVII. secolo), la scimitarra d'altare del Palma Mlađi (dal XVI. secolo) – l'Assunzione della Vergine, il quadro „Madonna col bambino“ (dal XV.secolo) sull'altare principale, tomba d'altare di st.Arnir – opera d'arte di Juraj Dalmatinac (XV. Secolo).

A Lukšić si trova anche il castello Tataglia – Ambrossini. Nel 1903, il dottore di Praga visitò Kaštela, comprò quel castello in cui nel 1909. fece il primo pensione a Kaštela.

Kaštel Lukšić è notato per la leggenda di Miljenko e Dobrila, i castellani Romeo e Giulietta. Loro furono due giovani il cui amore, sebbene incoronata con matrimonio, finì tragicamente.

Nelle immediate vicinanze di castello si trova il parco – giardino Vitturi; il parco classicistico provveniente dalla seconda metà del XVIII. secolo. Lo fondò Radoš Micheli Vitturi. Nel 1968 fu proclamato il monumento dell'architettura dei parchi ed insieme con quello di Gučetić a Trsten, di Garanjinov a Trogir e di Borelli a st. Filip e Jakov si può comprendere tra i monumenti molto rari di questo tipo. Poco lontano dal parco Vitturi si trova la colonna terminale di sasso che nel medioevo segnalò la confine tra i possedimenti dei patrizi traurini e spalati.

Sotto il monte Kozjak, sulla cresta Balvan (259 m) si trova la chiesa di st. Lovro di Ostrog. Il villagio Ostrog una volta fu la sede degli "didići" (i contadini liberi con i propri possedimenti), nominato nel 1171. Era costruito sulle rovine delle colonie illiriche e romane.

La chiesa di st. Ivan Birnja (637 m) è stata costruita sulla cima più grande della parte ovest di Kozjak, nella Ilirska Gradina. Nel giorno del st. Ivan di Birnje si scelse lo zupano e probabilmente dal questo periodo provviene anche il nome.

L'albergo Kaste, Villa Žarko e l'alloggio privato garantiscono un soggiorno piacevole di ogni turista.

Kaštel Lukšić