menu banner

Giardini di Kaštela

Giardini di Kaštela

Il giardino storico – Parco Vitturi

Il famoso esperto agricolo, il presidente dell'Accademia agraria di Lukšić, il nóbile di Kaštel Lukšić, Radoš Micheli Vitturi costruì nella seconda metà del 18. secolo il primo giardino a Kašteli di cosa testimonia il quadro votivo dei Vitturi con il volto di st. Rocco. Lui nella mano tiene il giardino e questa opera d'arte datò dal 1760. Oggi è conosciuto come il Parco Vitturi. Si trova accanto la costa di Lukšić e copre un'area di 7450 mq. La conferma della sua origine sono il ramo dal classicismo ed i ricami di bosso di barocco rinascimentale (Buxus sempervirens L.).


Nel 1968 fu proclamato il Monumento culturale della natura. Nella motivazione dell' Ente regionale per la protezione dei monumenti culturali scrive: „Il Parco Vitturi con la sua distesa e accesso dal mare presenta il monumento singolare della nostra vecchia orticultura. I parchi simili nella Dalmazia sono raramente così conservati. Così il Parco Vitturi, il Parco Gučetić a Trsten, Parco Garanjin a Trogir e quello di Borelli a st. Filip e Jakov si possono comprendere in quei monumenti rari della nostra architettura dei parchi“.
Oggi, nel giardino si trova conservato il ricamo di bosso, i vecchi esemplari di cipresso, pino alpino, pino, lauro (Cupressus L., Pinus halepensis L., Pinus pinea L., Laurus nobilis L.), ecc. Molto interessanti sono gli alberi esotici come per esempio firmiana (Firmiana simplex Bois) dalla famiglia di Theobroma cacao, odoroso calicantus ecc.


Per i decenni il giardino fu abbandonato. Fortunatamente, la sua superficie è stata preservata e adesso si mantiene regolarmente.
Per rinnovamento del giardino bisognerebbe elaborare la documentazione del progetto ed iniziare a risanare e rivitalizzare il parco per dargli la possibilità di diventare uno dei nostri contenuti d'interesse turistico.

Giardino Botanico scolastico di Scuola elementare Ostrog

Non molto tempo dopo il trasferimento della scuola elementare di Kaštel Lukšić nel 1976, si iniziarono i lavori di sistemazione dell'ambiente completamente abbandonato. Dal primo giorno questi lavori vengono eseguiti dagli alunni e dai professori.


Su una superficie di 4 ettari attorno l'edificio scolastico crescono più di 1400 tipi vegetali i quali provengono da tutte le parti del mondo e per la maggior parte vengono dal clima mediterraneo subtropicale.
Il giardino – arboretum occupa la parte più grande, costruito nel stile inglese del paesaggio giardinistico.

Grazie alla sua grandezza e il microclima favorevole, il giardino meridionale fa la parte più ricca del giardino botanico scolastico. Qui si possono trovare esemplari degli alberi esòtici ed autoctoni, cespugli, erbe durevoli...per esempio alberi di cinnamomo, eucaliptus, avocado, acacia, sequoia, cedro dell'Himalaya e cedro di Libano, gelsomino e bougainvillea
L'attenzione dei visitatori richiamano i gruppi dell'erbe aromatiche e medicinali, le sassaie con succulenti ed i campi con le piante dal clima umido.
Nel giardino del sud si trova il „piccolo parco“ costruito nel stilo francese, con linee simetriche, bassa siepe viva del bosso e con una ricca collezione degli oleandri.


Lì è stata costruita la scena di sasso per gli avvenimenti artistico - culturali
La parte integrante del'orto è l'oliveto il quale con i suoi 170 alberi e 45 tipi d'olive domestiche e forestiere rappresenta il più grande piantagione collezionario della Croatia litorale.

Il Giardino Biblico di Stomorija – santuario della Madonna di Stomorije

Già nel lontano 1189., a Kaštel Novi, sui versanti meridionali di Kozjak, fu costruita la chiesetta di st. Marija di Špiljan, oggi detta Vergine di Stomorija. Su quel posto, dove ancora si sente la convivenza dello spirito e della natura, fu fondato il Giardino Biblico. Da secoli qui crescono i platani, le olive, i fichi, le viti, l'erbe che sono menzionate nella Bibbia. Con la cura degli amanti nella natura, sono state piantate anche le altre come l'albero di Giuda, lauro, erbe aromatiche e di condimento ed altro.
All'entrata in Predvorje, si trova la Lapide commemorativa, l'opera d'arte dello scultore Marko Gugić, nella cui scrive: „In memoria alla seconda visita del Santo Padre Giovanni Paolo II, fondammo il Giardino Biblico a Stomorija, sopra la baia. Il 27. settembre, 1998 – gli abitanti di Kaštela“. Di fronte fu piantata l'olivo del Papa, da lui benedetto nello stesso anno a Spalato.


A settentrione della chiesa fu sistemata una parte che molto assomigliava ad una terrazza, Jidro, sotto i cui olivi fu messa la Colona dei megaliti di pietra in onore degli grand'uomini croati. Nel loro lavoro furono ispirati con la Bibbia – st. Gerònimo (traduzione della Bibbia in latino), Juraj Dalmatino (costruttore degli edifici sacrali), Marko Marulić (il poema „Judita“ ecc.), Bartol Kašić (traduzione della Bibbia in croato) ed Ivan Meštrović (scultore dei motivi biblici)
Sull'isoletta, in un ruscello il benvenuto al ogni visitatore darà l'Arca di Noè, la scultura in legno, l'opera d'arte del famoso artista Vasko Lipovac.

Sul campo della Madonna si trova la Via Crucis di sasso attraverso la quale si può arrivare fino al Croce della vita, l'opera d'arte dello scultore Kažimir Hrasta, dove le Stazioni sono presentate con cespugli odorosi di mirto.
Nel belvedere dal quale si gode una vista magnifica sul campo castellano e la baia, fu piantato un piccolo vigneto come monumento ad un contadino ed una vite. Oltre ad altre specie autoctone di viti, qui è anche coltivata la specie Kaštelanski crljenak, conosciuto nel mondo ma specialmente in California (Stati Uniti) come Zinfandel. Le sue origini vengono da Kaštela.


Grazie agli sforzi dell'Amministrazione comunale che si occupa del rinnovamento degli parchi comunali e dell'associazione degli abitanti di Kašteli che cercano di armonizzare esigenze della vita e protezione della natura, la Città di Kašteli vinse la placca in bronzo „Entente Florale“ che assegna la Società europea per i fiori ed ambiente (The European association for flowers and landscaping) di Bruselle.